•  a cura di Pietro Olla
  • lunedì 27 marzo, 3 e 10 aprile 2017
  • Durata di 10 ore
  • Via Orlando 8 Cagliari
  • per insegnanti di ogni ordine e grado

Clown didattico

È un corso di formazione sulla didattica attiva e laboratoriale. Mediante l’utilizzo di tecniche circensi e teatrali, il conduttore racconta storie fantastiche e scientifiche e propone giochi interattivi con i quali si vivono le esperienze del circo e si ragiona sui fenomeni osservati. Durante le 10 ore di formazione con gli  insegnanti si analizzano le varie tecniche di comunicazione ( il clown, la didattica attiva ) e ci si confronta su utilità e validità da un punto di vista didattico/pedagogico. Il corso tratterà anche argomenti teorici relativi alla didattica disciplinare con approfondimenti sulle didattiche attive e laboratoriali.  Proporrà numerose occasioni di riflessione, tra colleghi con formazioni differenti in una ottica di gruppo di lavoro Verticale e Interdisciplinare. Nello specifico si sperimenteranno e si avrà modo di affrontare tematiche come: La Situazione Didattica, Non Didattica e A-Didattica: si prenderà spunto dalle considerazioni sul Triangolo Alunno Insegnante Sapere ( A – I – S) e dalla idea di lasciare A in relazione diretta con S; Interattività Intellettuale, Fisica ed Emotiva: si discuterà delle differenze e potenzialità nelle nostre esperienze di insegnanti e formatori; Il laboratorio didattico interattivo: si cercheranno con i partecipanti le regole per la progettazione e l’ideazione  e ci si confronterà su teorie ed esperienze vissute in classe;

  • lunedì 27 marzo – 16,00/19,30, lunedì 3 aprile – 16,00/19,30, lunedì 10 aprile – 16,00/20,00
  • Luogo: Agenzia Lybis, via Tempio 27 Cagliari

Per insegnanti di ogni ordine a grado

COSA È IL CLOWN DIDATTICO

Il Clown è un insegnante un po’ speciale, con competenze di giocoleria e micromagia, capacità di ascolto e presenza scenica, abilità formate sui palcoscenici teatrali e sperimentate e collaudate nelle aule scolastiche per ragazzi di tutte le età. Il suo “potere” nella gestione del gruppo è legato all’utilizzo di tecniche di teatro dell’oppresso, gestione positiva dei conflitti e di strumenti propri dei laboratori clown; di tali tecniche si serve per creare il contesto e facilitare situazioni didattiche e a-didattiche utili a favorire il processo di insegnamento/ apprendimento.
l corso  è un lavoro anche teatrale, dunque è richiesta una buona dose di disponibilità a “mettersi in gioco” con giochi ed esperienze che possono toccare corde sensibili come il senso del ridicolo, il conflitto e la soluzione comica, la presenza scenica, improvvisazione e qualche cenno di teatro fisico o acrobatica.

Qui di seguito il percorso teatrale:

Giochi di psicomotricità e riscaldamento psicomotorio: lavoriamo su coordinazione, ascolto, dissociazione corporea, dissociazione fisico intellettuale.
Brevi cenni su alcuni concetti base dello stare in scena: spazio, tempo, il corpo, la voce, il senso del ridicolo, lo sguardo, impulso, conflitto, meccanismi comici, sconfitta, Il Naso rosso: “la maschera che smaschera”,   Improvvisazioni clown: discussione sulle metafore di alcuni giochi clown, riscaldamento fisico e mentale ,   Cenni di acrobatica   Site swap (la matematica del juggling)   Equilibrio e giochi di fiducia   Manipolazione dei materiali   Improvvisazione con oggetti

Costo 100,00 €

Sono aperte le iscrizioni da effettuare mediante la compilazione del modulo in allegato.

Per informazioni e iscrizioni: Cooperativa Tuttestorie, via Orlando 4 Cagliari , 070659290

E-mail:formazionetuttestorie@gmail.com; www.tuttestori