• A cura del Laboratorio d’arte di Palazzo delle Esposizioni – Roma
  • Mercoledì 6 e giovedì 7 settembre 2017
  • Durata 9 ore
  • Sede da definire: Cagliari
  • Per insegnanti, operatori, bibliotecari e studenti

In & out Storie di corpi

Un corso di formazione a cura del Laboratorio d’arte di Palazzo delle Esposizioni per insegnanti, studenti, operatori e esperti del settore. Tre appuntamenti dedicati al tema dell’identità per confrontarsi sull’io, le emozioni, la relazione con l’altro e il rapporto con il mondo in cui viviamo. Riflessioni teoriche e laboratori originali per acquisire nuove competenze nella progettazione di percorsi dedicati alla scuola dell’infanzia e primaria. Nel progetto in & out le opere dell’arte contemporanea e le pagine dei libri illustrati sono gli strumenti privilegiati di un’idea di educazione volta a favorire uno sguardo inconsueto e sorprendente.

Parlami di te
incontro-laboratorio, mercoledì 6 settembre dalle 16,00 alle 19,30

Comprendere le proprie emozioni ed esprimerle con modi e tempi appropriati aiuta il bambino a crescere con una maggiore consapevolezza di sé e a saper ascoltare e accogliere l’altro. Esempi dall’arte contemporanea per conoscere modi differenti di parlare dei sentimenti. Un laboratorio ispirato agli albi illustrati per dare nome e significato al mondo interiore.

Metamorfosi
incontro-laboratorio, giovedì 7 settembre dalle 9,30 alle 12,30

Nel nostro corpo si mescolano azioni ed emozioni. Conoscerne tutte le parti, nominarle e associarvi delle sensazioni ci permette di capire come siamo fatti e come reagiamo agli stimoli esterni. La rappresentazione del corpo nell’arte contemporanea assume nuovi significati, esprime nuove identità, diventa materia da trasformare, deformare e travestire.

Tessiture dell’anima
incontro-laboratorio, giovedì 7 settembre dalle 16,00 alle 19,30

Il filo, l’intreccio, il nodo come metafora dei legami e delle relazioni che si instaurano con gli altri. L’identità è la somma degli incontri, delle esperienze e dei luoghi che abbiamo vissuto. Un laboratorio ispirato all’artista sarda Maria Lai per tessere un racconto fatto di storie e memorie.

Corso a numero chiuso
Costo € 90,00
sede: Via Orlando 8 Cagliari

Incontro organizzato in collaborazione con

e con l’Agenzia libraria Lybis

SCHEDA DI ISCRIZIONE IN & OUT

Servizi educativi – Laboratorio d’arte di Palazzo delle Esposizioni nascono nel 2000 in occasione della mostra Tempo! Viaggio nell’idea e nella rappresentazione del tempo e da allora hanno come obiettivo principale avvicinare i diversi pubblici, in particolare quelli più giovani, all’arte, offrendo nuovi e originali percorsi per osservare e interpretare la realtà con i linguaggi del contemporaneo.
Se è vero che, come dice Bruno Munari, la qualità delle cose che vediamo determina anche la qualità della nostra vita, l’arte è un elemento che deve far parte del quotidiano, come emozione, risorsa, scoperta determinante nella costruzione delle proposte educative e formative. Educare all’arte significa per noi educare lo sguardo, offrire a ognuno la possibilità di sviluppare la propria sensibilità e raggiungere autonomia e capacità critica nel leggere il mondo circostante. Questo grazie a un approccio nuovo e trasversale all’opera d’arte, che abbraccia le diverse discipline sviluppando conoscenze, competenze e abilità.
Durante le nostre attività lo spazio espositivo diviene quindi spazio educativo in cui l’opera è il punto di partenza, mentre il laboratorio è il luogo di produzione, elaborazione e sviluppo delle conoscenze. L’attività avviene in due momenti. La visita in mostra, con un linguaggio semplice e diretto e con il coinvolgimento attivo dei ragazzi, presenta una selezione di opere per esplorare l’universo poetico degli artisti, familiarizzare con temi, materiali e processi. Alla visita segue l’attività in laboratorio per stimolare la creatività e sviluppare la capacità di rielaborare i contenuti proposti. Durante la settimana la proposta è rivolta alla scuola dell’infanzia e primaria, mentre il weekend è dedicato alle famiglie con bambini dai 3 agli 11 anni. Ma non solo! In programma anche appuntamenti rivolti al pubblico adulto, tra cui Spot!, lettura guidata di un’opera d’arte con curatori e storici dell’arte, corsi di formazione e incontri di aggiornamento dedicati a operatori e insegnanti, il progetto per l’accessibilità all’arte alla lettura Punti di vista e letture-laboratorio con i piccolissimi di 1 > 3 anni all’interno del ciclo Non è mai troppo presto!.
La nostra metodologia si basa sul libro come strumento privilegiato di mediazione e educazione. Lo Scaffale d’arte, biblioteca specializzata in editoria internazionale d’arte per ragazzi, è il luogo in cui raccogliamo il nostro prezioso patrimonio di libri d’artista e albi illustrati, spesso rari, che forniscono spunti e suggerimenti per progettare attività e percorsi. Una biblioteca speciale per “imparare a vedere”, luogo di incontro con gli artisti, i temi della storia dell’arte, il libro come, parafrasando Kvĕta Pacovská, “prima galleria d’arte che il bambino visita”.
Lo scambio e la collaborazione con altre istituzioni museali, italiane ed europee, è uno dei punti di forza del nostro lavoro. Tra i progetti più significativi Didart (2003 – 2009), sostenuto dall’Unione Europea, e nato con l’obiettivo di realizzare una rete plurilingue e transnazionale sulla didattica dell’arte contemporanea. FI’ART – Festival International d’ART en Famille (2008), organizzato dal Centre Pompidou di Parigi e ancora la Fiera della piccola e media editoria Più libri più liberi con cui i Servizi educativi collaborano dal 2012 e il progetto Esercizi di sguardo (2006-2008), promosso dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca nell’ambito dell’Alternanza Scuola Lavoro, con gli studenti del Liceo Artistico Ripetta di Roma. Dal 2015 progetto Kreyon, un evento di divulgazione scientifica unico nel suo genere, nato dall’interesse di un gruppo di fisici italiani per i temi della creatività e dell’innovazione e finanziato dalla John Templeton Foundation.
Nel 2008 viene assegnato ai Servizi educativi il Premio Alta Qualità per l’Infanzia Il Grillo (IV edizione). Il nostro gruppo di lavoro è composto da storiche dell’arte e educatrici museali e si avvale della collaborazione di artisti, operatori, studiosi ed esperti italiani e stranieri.