Mostra
EXMA - Sala Puà

Come ti batte forte il mio cuore. Storie in gioco per tessere legami.

dal 5 ottobre al 31 dicembre 2017

percorso interattivo per bambini da 3 a 100 anni

 

In ogni parte del nostro corpo suona e risuona una storia, un libro. E dentro questa un’altra ed un’-altra ancora, in un richiamo di relazioni continue. Attraverso racconti, giochi, installazioni, exhibit la mostra ci fa scoprire come cambiamo con e grazie alle storie.

Il primo ingresso è nella stanza del cuore, dove possiamo sederci in una penombra resa accogliente dalle ombre delle fiabe. Qui possiamo sentire come il nostro battito e quelli altrui cambiano ascoltando una storia e vederli prendere forma, sopra le nostre teste, in una proiezione che mette in evidenza la tessitura personale e quella comune. Si tratta di storie di nascita e di rinascita, che ci ricordano come le Storie, facendoci sperimentare altre identità, ci mantengono viva l’idea che esistono altre realtà, altri mondi, e che intrinsecamente abbiamo la possibilità di cambiare.

La seconda sala ci fa scoprire le “storie della pancia”. Quelle che ci fanno ribollire, danzare, assaporare splendidi timori. Perchè le nostre infinite prime volte hanno-spesso-radici tra romanzi, film e fumetti. I libri ci permettono di creare sogni, idee sullenostre prime volte, di sperimentarle anche solomentalmente: la prima volta che mi sono perso, quella in cui mi sono arrabbiato in famiglia, in cui ho detto una bugia, che ho scoperto che gli adulti sono anche loro-esseri umani. Costruiamo così una cassetta degli attrezzi con dei modelli per affrontare le relazioni, il mondo, per stare con gli altri, per dare un nome alle nostre emozioni. Quest’ultimo poi è un passaggio fondamentale in un mondo liquido ed in continuo divenire, dove il linguaggio parlato impastato con attenzione è sempre più raro nella vita dei nostri giovani lettori.

Ed infine, dopo essere nati, rinati, aver assaporato le tante prime volte, è il momento di chiederci e sperimentare chi saremo. Per farlo entreremo nella terza sala dove ci metteremo nei piedi dei personaggi di alcuni dei racconti più importanti al mondo. Scopriremo chi vorremo/vorremmo essere grazie alle vite delle protagoniste e dei protagonisti dei racconti.

La mostra si basa su uno studio e una selezione di 260 tra albi illustrati, silent book, romanzi, racconti, biografie. Gli exhibit e le installazioni avranno forme differenti e saranno sempre basati su libri per bambini e ragazzi. Nella prima sala sarà la tecnologia unita all’antica arte della narrazione a farci battere il cuore. I partecipanti ascolteranno delle storie che “magicamente” e vedranno trasformati i propri battiti in installazioni visuali. Nella seconda sala saranno degli arredi gioco d’autore, ispirati alla didattica montessoriana al cooperative learning e ai giochi narrativi, a farci sperimentare le tanteprime volte. La terza sala saràun’immersione in un mondo di scarpe d’artista ispirate a generi letterari e personaggi. Ogni scarpa ci permetterà di sperimentare modi differenti di vedere il mondo attraverso camminate differenti: l’eroe eletto, il detective, la paura, gli affetti felici e quelli più turbolenti e altri ancora. Infine la mostra cambierà forma attraverso la relazione con il Festival Scienza. In questo periodo si trasformerà in una enorme escape-room che permetterà a grandi e piccoli di sperimentare come letteratura e scienza permettono di costruire strumenti e nuovi occhi per vivere legami e relazioni.

La squadra che ha permesso un lavoro così complesso è ampia e diversificata:

Ideazione e produzione: Tuttestorie e Collettivo (E/O)2

In collaborazione con Consorzio Camù

Progettazione, coordinamento,percorso ludico-didattico, selezione bibliografica, Emanuele Ortu ed Evelise Obinu

Allestimenti in collaborazione con Paoletta Dessì e SardegnaRicerche-FabLab

Software e interaction design in collaborazione con il CRS4 (Programma Collaborative and Social Environments)

Illustrazioni Evelise Obinu

Grafica Logonek

Attività didattica a cura di Emanuele Ortu, Evelise Obinu per il Collettivo (E/O)2, Alessandra Spissu, Benedetta Bianchi e Marco Cabitza per Camù

Durante il FestivalScienza (7-12 novembre) progetti didattici a cura di Francesco Maria Atzeni e Laura Bifulco per Scienza Società Scienza in collaborazione con Emanuele Ortu ed Evelise Obinu

 

LABORATORI E PERCORSI PER LE SCUOLE E LE FAMIGLIE

 

SCUOLE

> Scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di 1° e 2° grado

  • Nel battito delle storie; Percorso ludico/esperienziale/narrativo.
  • Sopra, sotto e tra le righe/storie/racconti/: Una mattinata comprensiva di reading, laboratori e percorso “

VISITE IN ANTEPRIMA PER GLI INSEGNANTI

Il 3 e 4 Ottobre gli insegnanti saranno i primi visitatori del percorso mostra, con un’anteprima tutta per loro assieme ai curatori del progetto.

 

FAMIGLIE

Quest’anno la mostra muterà costantemente! Saranno definiti dei brevi periodi in cui le attività proposte esploreranno un particolare mezzo di espressione: arti, promozione della lettura, scienza, gioco. Laboratori, notti bianche, spettacoli teatrali, incontri creeranno così legami con differenti forme di espressione e comunicazione.

 

14-22 ottobre: Storie per bocca e occhi.

Sarà il momento in cui scoprire quali sono le storie da cui è nata ed in cui si muove la mostra. Storie di legami curiosi, coraggiosi, divertenti, inaspettati, imponderabili. Laboratori tessuti tra parole lette, sussurrate e raccontate. Voce che si fa ritmo e suono. Illustrazioni e fumetti che fanno scoprire i nostri legami nascosti.

28 ottobre-12 Novembre: Cervello che pensa cervello che fa.

Uno spazio in cui la scienza attraverso esperimenti, scoperte, momenti di apparente “stupore magico” ci farà scoprire i legami del mondo e tra i mondi, visibili ed invisibili.

18 novembre- 3 dicembre: Segni e corpi tra pancia e cuore.

Le arti daranno forma ai nostri legami, facendoceli vivere con nuove emozioni. Danzeremo confini, metteremo le mani in pasta nei nostri sogni, coloreremo i nostri ricordi. Navigheremo così in un turbinio di scoperte inaspettate e divertenti!

9 dicembre- 24 dicembre: Jingle bell rock!

Arriva Natale e anche la mostra che ha per tema i legami non può che immergersi in queste atmosfere. Laboratori, spettacoli, reading per vivere insieme il natale, per stare bene in compagnia, per costruire insieme e lasciare un dono per tutte e tutti.

30 dicembre-7 gennaio: Mani e piedi in gioco.

Quante forme di gioco esistono? Da tavolo, in movimento, di ruolo, con le carte, e così all’infinito. Dicembre e gennaio ci offriranno un momento in cui scoprire giochi in cui navigheremo tra i legami.

 

ADULTI

Ebbene si, quest’anno abbiamo pensato anche a voi. Aperitivi tematici, serate di racconti, visite guidate per grandi, percorsi di formazione per curiosi e per addetti ai lavori. Mensilmente inseriremo sulle nostre pagine le proposte specifiche per i “grandi”.

 

Il calendario delle attività della mostra sarà a disposizione del pubblico sui siti

www.exmacagliari.com e www.tuttestorie.it

 

Prenotazione obbligatoria per tutte le attività

Orari apertura mostra: 9:00-13:00/16:00-20:00

Contatti / Prenotazioni

EXMA – Via San Lucifero, 71 – 09127 Cagliari

070 666399 – 346 6673565

didattica@camuweb.it

 

Ringraziamenti

 

Di legami si nutre la mostra. Inestimabili, ricchi e speciali. I nostri ringraziamenti di cuore ad Arcoes per il calore e gli spazi, a Francesca Succu per essere una memoria bibliografica vivente, a Rosalinda Guarino per aver tessuto i nostri costumi, alla MEM Mediateca del Mediterraneo di Cagliari, al Centro Regionale di Documentazione Biblioteche per Ragazzi  e Biblioteca Ragazzi della Città Metropolitana di Cagliari, a tutte le biblioteche che hanno collaborato a costruire la bibliografia dei legami, alle classi, i bambini, le bambine, i genitori per aver lasciato una loro impronta in mostra