Alessandra Berardi Arrigoni

Alessandra Berardi Arrigoni è di Nuoro, con origini umbre e lombardo- piemontesi. Vive a Bologna da diversi decenni. Ha completato il suo cognome con quello materno nel 2018. È poetessa, umorista, paroliera, interprete teatrale, traduttrice, pubblicitaria; lei si riassume in La Musa Autoispiratrice.
Ha pubblicato libri umoristici (Rime tempestose, col gruppo Bufala Cosmica, Cogli l’ottimo, Ex voto) e per bambini (Patate su Marte, Poesie e altri giocattoli, C’era una voce, Poesie naturali, El Ratón Nodormilón).

Dal 2002 al 2013 è stata paroliera e autrice di storie per il programma televisivo L’albero azzurro della RAI. Sue canzoni – con musiche di Marco Bigi – sono riunite nel CD della RAI Il vento del divertimento.

Scrive e recita spettacoli comici (Musa e getta, Onirica Ironica, Abbuffabula…) e per bambini (Il re l’ha fatta grossa, Chi ha inventato l’inventore?, A cosa serve la poesia, Un giorno senza tel…) – in solo e con altri artisti – in particolare: le attrici dell’etichetta Riso Rosa; i poeti comici Marco Ardemagni, Gianni Micheloni, Antonio Pezzinga; i compositori Emilio Galante, Battista Giordano, Enrico Miaroma; la cantante Serena Caporale.

Crea rassegne poetiche e altre iniziative culturali, fra cui un concorso di poesia ironica femminile – promosso con Daniela Rossi (fondatrice di Riso Rosa) in collaborazione con Linus – sfociato nell’antologia Ragazze, non fate versi!. Collabora ai progetti dell’OpLePo, Opificio di Letteratura Potenziale. Suoi scritti sono inseriti in dizionari del gioco di parole e in antologie della poesia italiana contemporanea. Ha collaborato con riviste e quotidiani. Tiene corsi di scrittura ludico-poetica con il suo metodo La poesia è roba che si mangia, basato sull’assaggio delle parole

Consigli di lettura

PRIMARIA CLASSI V

 

Poesie naturali, Topipittori, 16,00€

Natura amica, nemica, misteriosa, in cui ci immergiamo o che ci fa paura, o che distruggiamo, ma che comunque ascoltiamo, contempliamo, a cui ci paragoniamo, e su cui ragioniamo, fantastichiamo, e che interroghiamo, e con cui parliamo, sentendola viva come noi, e noi parte di lei. “Poesie naturali” è una raccolta poetica di Alessandra Berardi, illustrata da Marina Marcolin, incentrata sul tema della natura e sul legame profondo fra essa e gli esseri umani. Natura, esperienza fortissima di stupore, paura, amore, incanto, inclusione, esclusione, domande, nell’infanzia. E non solo. Natura che a volte si svela, a volte agisce quando dormiamo, quando non guardiamo, e chissà cosa fa, e chissà cosa vuole, e chissà cosa sente, e chissà perché è come è. Ogni poesia dice il piacere, la paura, il godimento, l’immersione, la sorpresa, la resistenza, la meditazione sulle piccole e grandi cose. Ciò che la natura ci racconta quando la ascoltiamo