Alessandro Mari

Vive a Milano, il suo romanzo d’esordio, Troppo umana speranza, grande affresco sull’Italia risorgimentale, vince il Premio Edoardo Kihlgren Opera Prima – Città di Milano e il prestigioso Premio Viareggio 2011. Nel 2012, con il lancio della collana digitale Zoom dell’editore Feltrinelli, ha scritto il romanzo a puntate Banduna. Nel 2013 Feltrinelli pubblica la sua terza opera narrativa, Gli alberi hanno il tuo nome. Nel 2015 Bompiani pubblica L’anonima fine di Radice Quadrata, un romanzo per ragazzi con al centro le vicende della blogger sedicenne Sofia e di “Radice Quadrata”, un ragazzo misterioso e originale. Nel 2016 Rizzoli Lizard pubblica la graphic novel Randagi. Nel 2017 Feltrinelli pubblica Cronaca di lei, incentrata su un pugile di grande successo sul viale del tramonto, Milo “One Way”, e la sua atipica storia d’amore con una giovane e spregiudicata aspirante modella, osteggiata dalla sorella di Milo. Nel 2015 conduce con Marta Perego Effe come Festival, in onda su Laeffe, un viaggio attraverso l’Italia per raccontare gli eventi culturali più significativi. Dal 2010 è docente di storytelling per la Scuola Holden. Nel novembre 2017 avrà l’onore di tradurre Tipi non comuni prima opera letteraria dell’attore due volte premio Oscar Tom Hanks, raccolta di 17 racconti edita da Bompiani. Ha scritto negli inserti culturali Tuttolibri de La Stampa e su Il Corriere della Sera.I suoi lavori sono tradotti in Europa e in Sud America.