FABRIZIO SILEI

Fabrizio Silei scrittore e artista nato a Firenze nel 1967, con i suoi romanzi e le sue immagini ha ricevuto nel corso degli anni numerosi riconoscimenti. Vincitore del Premio Andersen 2014 (l’Oscar della letteratura per ragazzi), è stato definito “una delle voci più alte e qualificate della nuova narrativa per l’infanzia”. La sua ricerca iconica si muove a cavallo fra illustrazione, design e fotografia attraverso il recupero di materiali poveri come legno, carta e cartone e l’utilizzo della luce. I suoi libri illustrati tendono sempre a creare una proposta concettuale e creativa in cui la narrazione si fa gioco e apertura di possibilità per il bambino che è invitato a continuare liberamente il racconto e la sperimentazione dell’artista. Biblioteche, festival, scuole, comuni e spazi pubblici hanno ospitato sue opere e istallazioni. Ma il libro è sempre il veicolo privilegiato del suo narrare insieme all’incontro con i bambini che partecipano alla creazione e danno vita alle sue opere. Nel 2014 ha fondato L’Ornitorinco Atelier, un laboratorio intorno al quale si raccoglie una comunità educante composta da bambini, genitori, insegnanti, una wunderkammer in cui Silei lavora sulla narratività dei bambini e delle famiglie partendo da esperienze creative che sperimentano tecniche e materiali che vanno dalla carta e dal legno alla tipografia, dalla poesia all’esplorazione di ambienti all’aria aperta. Nel 2018 il suo romanzo L’università di Tuttomio è stato finalista al Premio Strega Ragazze e Ragazzi.

 

 

Consigli di lettura

PRIMARIA III/IV

Orcobello, ill. di Fabrizio di Baldo, Il Castoro, 2018 € 11,00

Essere diversi può essere molto, molto dura. Ma anche molto, molto divertente!
Nella città degli orchi, il sindaco Orcheste non sta più nella pelle: presto nascerà il suo primo figlio maschio! Già se lo immagina: brutto che più brutto non si può, l’orgoglio di papà. E invece… Cos’è quella creatura bionda con il faccino angelico? Che sventura! L’orchino tanto atteso è orrendamente bello, orribilmente delicato. Si rifiuta perfino di mangiare i topi morti! Orcheste ce la mette tutta per fare di lui un vero orco, ma Orcobello è una causa persa: più cresce e più peggiora. Possibile che non ci sia un rimedio? Povero Orcobello, chissà cosa dovrà inventarsi per trovare la sua strada in un mondo di orchi. Ma forse, nel mondo degli umani, potrebbe avere una possibilità…

PRIMARIA III/IV

Orcobello e il rapimento di Orchidea, Il Castoro, 2019, € 13,00

 

Orcobello, l’orco più bello del mondo, è diventato papà: che gioia! La piccola Orchidea è una meraviglia: grandi occhi azzurri, trecce bionde e faccino angelico. Peccato che con i suoi ruttini faccia tremare i muri del palazzo, che mangi a più non posso e che a scuola si scateni come un vero orco! E infatti nonno Orcheste è molto fiero di lei. Orcobello però preferisce tenerlo lontano: vuole crescere Orchidea come una brava bambina di città. Ma quando la piccola sparisce tutto cambia. È fuggita di casa? È stata rapita? Solo una cosa è certa: bisogna agire, e chissà che questa volta Orcobello non riesca a tirare fuori tutto l’orco che c’è in lui!

PRIMARIA V

L’autobus di Rosa, Orecchio Acerbo, 2013, € 11,50

 

Detroit. Henry Ford Museum. Su un autobus d’altri tempi, al centro di un grande salone, sono seduti un vecchio afroamericano e un ragazzino, il nipote. È l’autobus di Rosa Parks, quello sul quale, a Montgomery in Alabama, lei si rifiutò di cedere il posto a un bianco. La storia il vecchio la conosce bene: su quell’autobus, quel primo dicembre del 1955, c’era anche lui. E comincia a raccontare. Di quando nelle scuole c’erano classi per bianchi e neri; di quando nei locali pubblici, proprio come ai cani, era vietato l’ingresso alle persone di colore; di quegli uomini incappucciati di bianco che picchiavano, bruciavano, uccidevano. Il bambino sgrana gli occhi incredulo, il vecchio è commosso. Ma non è tanto il dolore di quei ricordi a bruciargli, quanto la memoria di quel giorno. Di quando non solo non assecondò il rifiuto di Rosa, ma di tutto fece per distoglierla. Con il sostegno di Amnesty International, una grande coedizione internazionale per raccontare ai più piccoli la donna che cambiò la storia dei neri d’America.

PRIMARIA V

Più veloce dei sogni, Mondadori, 2017, € 10,00

 

Nell’America del 1940, essere afroamericani non è facile. Se poi hai problemi fisici e sei una bambina ancora peggio. Ma Wilma ha troppi sogni da realizzare: vuole giocare insieme ai fratelli, correre, tagliare il traguardo… Questa è la storia di Wilma Rudolph che diventò campionessa olimpica correndo più veloce della povertà, della malattia e delle ingiustizie.