Katja Centomo

Katja Centomo è una narratrice transmediale. Alla guida dello studio editoriale Red Whale, ma anche in qualità di socio fondatore e transmedia manager di Lynx Multimedia Factory, utilizza mezzi diversi della comunicazione per raccontare storie e inventare personaggi. Da Monster Allergy, fumetto e cartone animato diffuso in tutto il mondo (e pubblicato da Tunuè) a Lys e Cooking Time!, è autrice di universi narrativi, strutturati per la declinazione attraverso i media più adatti. Per quanto riguarda la sua attività di autrice di narrativa, dopo due libri per Mondadori della serie Le Straordinarie Avventure di Jules Verne, ha pubblicato il romanzo per Edizioni EL/Einaudi Ragazzi) Tilly Duc e il segreto della casa dei tetti blu, Franca Viola. La ragazza che disse no, In fondo al crepaccio – cronaca di un soccorso impossibile e La strada per Pont Gun.

Consigli di lettura

SECONDARIA I° GRADO CLASSI I/II/III

 

La strada per Pont Gun, Einaudi ragazzi, 14.90

Per Anna, Daniel e Frédéric, tre impavidi tredicenni che, invece di dedicarsi alla scuola e allo sport, coltivano da sempre la passione per l’Avventura senza Paura, questa è un’estate importante. Uniti da un’amicizia inossidabile, protagonisti fin dai tempi dell’asilo di gesta memorabili (e di altre da dimenticare), per i tre è giunto il momento di intraprendere la più grande delle imprese: raggiungere Pont Gun, il villaggio senza strada. L’antico borgo abbandonato è sempre stato lì, appeso alle rocce sul versante opposto della valle alpina in cui sono cresciuti, ma nessuna mappa riporta sentieri o tracciati in grado di raggiungerlo. Inizia così la più difficile delle Avventure senza Paura, che mette i tre inseparabili amici sulle tracce di una strada dimenticata, attraverso le gole selvagge di un torrente sepolto in un dedalo di granito e storie dimenticate. Un percorso nel cuore della montagna che li porterà a esplorare anche le ombre che si portano dentro, come quella del quarto componente del gruppo di cui nessuno vuole parlare, e le ombre che li aspettano fuori, come quella di una donna misteriosa, vissuta a Pont Gun cento anni prima e che ora li attende alla fine del loro cammino.