Laura Cangemi

Nata a Milano, svolge l’attività di traduttrice, soprattutto di narrativa per ragazzi, dallo svedese, dal norvegese e dall’inglese. Tra gli autori per ragazzi che ha proposto per la pubblicazione in Italia e successivamente tradotto si annoverano Ulf Stark, Maria Gripe, Annika Thor, Mikael Engström, Henning Mankell, Per Olov Enquist, Inger Lindahl, Johanna Tydell. Collabora con le più importanti case editrici italiane e ha al suo attivo oltre centocinquanta titoli tradotti. Nel 1999 ha ricevuto il Premio S. Gerolamo per la traduzione (sezione letteratura per l’infanzia). Laura Cangemi è anche interprete di conferenza, grazie a un corso frequentato al Parlamento Europeo. Volontaria di Festivaletteratura fin dalla prima edizione, coordina i servizi di interpretariato e traduzione del festival. Ha ricevuto nel 2013 dall’Accademia di Svezia il premio Fondazione Natur & Kultur per la traduzione.

Consigli di lettura

SCUOLA  PRIMARIA III

 

Sai fischiare Johanna?, Ulf Stark,  Iperborea, 9,00€

Ulf e Berra hanno sette anni e sono amici per la pelle. Ma Ulf ha un nonno che gli fa sempre fare un sacco di cose divertenti e gli dà perfino una paghetta.

Come si fa ad avere un nonno? Anche Berra vorrebbe tanto averne uno. Non c’è problema, gli dice Ulf, lui sa dove può trovarlo, e lo accompagna in un posto pieno di vecchietti, una casa di riposo. Qui Berra incontra subito il signor Nils, che se ne sta tutto solo nella sua stanza ed è felicissimo di poter adottare un nipotino. Cominciano così le avventure di Ulf, Berra e nonno Nils, che ha sempre in serbo per loro qualche sorpresa o qualcosa di meraviglioso da imparare, come costruire un grande aquilone con uno scialle di seta e una cravatta. Ma perché nonno Nils fischietta sempre una canzoncina che si intitola «Sai fischiare, Johanna»?

SCUOLA  PRIMARIA III

 

Greta grintosa, Astrid Lindgren, Iperborea, € 13,00

Dal genio di Astrid Lindgren una raccolta di racconti inediti in Italia, alcuni dei quali contengono le prime versioni dei suoi personaggi più famosi. Un inno alle avventure, all’intraprendenza e alla libertà dell’infanzia.
 «Adesso vi svelo un segreto, una cosa che non sa nessuno all’infuori di me. Io ho una sorella gemella. Non ditelo ad anima viva! Non lo sanno neanche la mamma e il papà.».
Greta Grintosa, che con la sua travolgente energia organizza da sola la festa di Natale per la nonna malata; Bertil che scopre che sotto il suo letto, nella vecchia tana di un topolino, vive un bambino alto un pollice che ha bisogno del suo aiuto; Göran che si è fatto male a una gamba ed è costretto a letto, ma ogni sera vive mille avventure volando sopra la città con il signor De Gigliis; la principessina Lise-Lotta che possiede un mondo di giocattoli bellissimi, ma desidera solo fuggire dal castello e poter conoscere altri bambini; il piccolo Kalle che è l’unico a non aver paura quando un grande toro scappa dal recinto, perché lui sì che sa come farselo amico. Dieci storie che brillano di inventiva e vitalità, dieci piccoli irresistibili eroi che con il potere della fantasia superano ogni ostacolo della realtà quotidiana, imparando a guardare il mondo con altri occhi, o forse a capirlo meglio degli adulti, e ad affrontarlo con il sorriso

SCUOLA PRIMARIA IV/V

 

Katitzi, Katarina Taikon, Iperborea, 13,00 €

Katarina Taikon ha scritto 13 libri sulla piccola Katitzi e la sua famiglia rom. Sono storie piene di allegria, vivacità e inventiva che raccontano le piccole ingiustizie, l’ignoranza e l’esclusione attraverso gli occhi di un bambino. La piccola Katitzi è una bambina rom di sette anni che ricorda Pippicalzelunghe ed è la più vivace di tutto l’istituto di cui è ospite. Ha una passione per le avventure ed è molto curiosa: fa domande, scopre cose, ha un cane di nome Swing che ama moltissimo e sta mettendo in discussione l’autorità del mondo degli adulti. La signorina Larsson, la direttrice, non fa altro che sgridarla e metterla in castigo, ma per fortuna c’è la signorina Kvist, che con la sua dolcezza ha saputo conquistarla, e ci sono anche Gullan e suo fratello Pelle, che adorano Katitzi per la sua intraprendenza e fantasia scatenata. Il giorno in cui il papà di Katitzi si presenta inaspettato a riprendere la figlia tutto cambia: il mondo degli “zingari” (come vengono chiamati da chi non è rom) si rivela difficile da capire e accettare per la piccola Katitzi, che di colpo si ritrova ad avere non solo un padre ma anche un fratello maggiore, Paul, due sorelle maggiori, Rosa e Paulina, e tre fratellini minori, due femmine e un maschio, nati dal secondo matrimonio del padre con una donna svedese che passa le giornate nella roulotte lamentandosi della sua eterna emicrania e lasciando tutto il lavoro del piccolo lunapark di famiglia a Rosa, Lena e Katitzi. La nuova vita di Katitzi è avventurosa, diversa e a volte difficile: ai raduni famigliari partecipano quasi cento parenti! Peccato che non sia autorizzata a frequentare la scuola, non possa vivere in una vera casa o rimanere nello stesso posto per molto tempo prima di essere allontanata – tutto perché è rom. Ma Katitzi è una bambina tenace e non si dà per vinta di fronte a nessuna difficoltà.

SCUOLA PRIMARIA V

 

I figli del mastro vetraio, Maria Gripe, Iperborea, 12,00€

Alberto il mastro vetraio e Sofia sono i genitori amorevoli dei piccoli Pietro e Chiara. Alberto produce le ciotole e i vasi di vetro più belli della regione (ma purtroppo sono così poco pratici che nessuno li compra mai), mentre Sofia sostiene la famiglia lavorando nei campi. Come ogni anno Alberto va alla fiera del Paese per provare a far quadrare un poco il bilancio famigliare, altrimenti disastroso, e cercare di vendere i suoi splendidi vasi. Tra le bancarelle e i molti saltimbanchi Sofia e Alberto incontrano una maga buona, tessitrice di tappeti magici, che gli annuncia un futuro infausto: in quello stesso momento Pietro e Chiara, poco lontani, vengono rapiti dal Signore e dalla Signora di Tutti i Desideri, ricchi eleganti e misteriosi, che hanno tutto ciò che vogliono tranne una cosa: i bambini.  I figli del mastro vetraio intrattiene, emoziona ma fa anche riflettere su argomenti seri come il valore di avere un lavoro gratificante e la differenza tra ciò che desideri e ciò di cui hai bisogno.

Un romanzo da leggere e far leggere ai più piccoli in cui Maria Gripe riprende le fiabe e i miti nordici per raccontare una storia gotica e avventurosa con una sensibilità molto moderna.