SIMON BALESTRAZZI

Nato nel 1962 a Parma, Italia, Simon Balestrazzi è un post-musicista, sound designer e fonico.

A quindici anni, ha lasciato qualsiasi educazione musicale formale per fare i suoi esperimenti con strumenti autocostruiti e registratori primitivi da bobina a bobina.

Nel 1981 ha co-fondato i TAC (Tomografia Assiale Computerizzata), una band italiana di lunga durata ed eccezionale operante al confine tra la musica sperimentale, rock di sinistra e post-industriale.

.Tra il 1986 e il 1988 ha creato l’ensemble da camera oscura Kino Glaz e nel 1991 è entrato a far parte della famosa band Kirlian Camera, con la quale ha lavorato per sette anni pubblicando diversi album e esibendosi dal vivo in tutta Europa. Trasferitosi a New York, si è laureato in ingegneria del suono presso l’Institute of Audio Research.

Rientrato in Italia nel 1998 si è trasferito a Cagliari dove attualmente vive e lavora, concentrandosi su installazioni site-specific, colonne sonore di danza e teatro e dove, dopo qualche anno di pausa, ha riattivato i TAC pubblicando tre nuovi album.

Nella stessa città ha anche fondato diversi gruppi, come ESP, Deep Engine e Qaumanek ed è membro regolare dell’ensemble di improvvisazione elettroacustica MOEX. Inoltre nel 2005 ha partecipato al Barcelona LEM festival con il nuovo progetto Electrified Ether, un duo con la chitarrista da tavolo Sara Aresu.

Nel novembre 2006 ha anche formato il duo Dream Weapon Ritual con l’attrice e cantante Monica Serra (anche lei di TAC)

Finora si è esibito dal vivo o registrato con i seguenti musicisti e gruppi: Corrado Altieri, Paolo Angeli, Alberto Balia, Bron Y Aur, Alberto Cabiddu, Giampaolo Campus, Marco Cappelli, Elia Casu, Fabio Cerina, Mattia Coletti, Silvia Corda, Sylvie Courvoisier, Bruno Dorella, Max Eastley, Forbici Di Manitù, Henning Frimann, Gerstein, Tim Hodgkinson, Xabier Iriondo, Kind Of Cthulhu, Limbo, Elio Martusciello, Patrizia Mattioli, Metaform, Ikue Mori, Clara Murtas, Victor Nubla, Alessandro Olla, Adriano Orrù, Parts, Stefania Pedretti, Antonio Piga, Maja Ratkje, Paolo Sanna, Signorafranca, Damo Suzuki, Stefano Tedesco, Thelema, TH26, Giorgio Vivaldi e Z’EV.

La sua musica è stata utilizzata per danza, teatro, cinema, pubblicità, mostre e dalla RAI per programmi televisivi e radiofonici.

Tra le numerose uscite in uscita ancora in lavorazione, degna di nota è “Treasure Hunt”, un progetto di improvvisazione di un quintetto con la partecipazione anche di Sylvie Courvoisier, Alessandro Olla, Ikue Mori e Maja Ratkje ( http://www.signalfestival.org/2010/index .php? / progetti / caccia al tesoro / ).

Dream Weapon Ritual avrà il suo nuovo mCD, “Another View”, in Magick With Tears il prossimo aprile.

Un nuovo album elettronico solista intitolato “The Sky Is Full Kites” è pronto in questo momento ma ancora in attesa di un’etichetta …

La prima release del duo Sarang, con Enrico Marani, vecchio socio TAC ed ex Forbici Di Manitù, è in via di completamento.

Entro la fine di maggio 2011 è anche il suo contributo alla serie di cassette “Collezione Del Silenzio” per l’etichetta italiana Silentes ( http://www.silentes.it )

Infine, Sometime Records ( http://www.sometimesrecords.com ) sta per pubblicare per la prima volta su CD “Senza Titolo”, la primissima uscita su cassetta dei TAC (1982), completamente restaurata e rimasterizzata e con diverse bonus track.