Sophia Martineck

Sophia Martineck è illustratrice, designer e fumettista. Vive a Berlino e pubblica su prestigiose riviste come The New York Times, Le Monde, The Guardian, The exquisite book. In Germania ha pubblicato diversi libri. tra cui Hühner, Porno, Schlägerei –Deutsche Dorfgeschichten (2012), e Die Fliege (2013) di Katherine Mansfield. Esordisce in Italia con Hansel e Gretel delle Edizioni Canicola Bambini.

 

Consigli di lettura

SCUOLA PRIMARIA CLASSI II/III

Hansel e Gretel, Canicola bambini, € 16,00

Una rilettura contemporanea a fumetti di un grande classico dei fratelli Grimm. Un racconto per bambini e per tutti che cattura lentamente tra le oscurità del bosco per poi  aprirsi alla luce della strada verso casa. Con  Hansel e Gretel la giovane autrice tedesca Sophia Martineck apre la nuova collana di fumetto di Canicola dedicata all’ infanzia. Di nuovo su carta un  grande classico dei fratelli Grimm, un racconto senza tempo interpretato attraverso il  dinamismo dei dialoghi e delle azioni che caratterizzano il fumetto.  Sophia Martineck si confronta con una delle fiabe dei Grimm più amate e sentite, e con i grandi  temi che le appartengono. L’attraversamento del dolore, il disorientamento nel sentirsi soli, il distacco dall’adulto, il passaggio difficile della crescita attraverso un’esperienza di sofferenza, e poi la fame e la sete, la paura della notte, l’affetto tra fratello e sorella: l’autrice affronta con delicata grazia tutta la crudezza di cui è intrisa la fiaba e attraverso un disegno intimo ed elegante è capace di mescolare nel tempo del racconto la sua visceralità con le emozioni dei suoi protagonisti. Il bosco è dominante e sembra espandersi ben oltre il margine della carta avvolgendo chi legge. E’ la foresta di Max e dei Mostri selvaggi di Sendak, che cresce fino a sfondare le pareti della stanza e che sposta i confini dell’immagine. L’autrice guarda i bambini da vicino e ce li mostra nel loro possibile passaggio verso l’animalità: come in un piccolo branco, fratello e sorella si muovono, tastano il terreno, annusano, si scaldano l’un l’altro, si cibano di bacche di rosa canina. Con la narrazione a fumetti di Sophia Martineck ogni piccolo gesto viene scandito dalla sequenzialità delle vignette che stringono e allargano il campo delle inquadrature accentuando emozioni e atmosfere: vediamo i due bambini piccolissimi nel mezzo di alberi imponenti che sembrano sovrastarli, e poi li rivediamo vicino a noi, accovacciati per bere da  una pozza. Fino a quando il canto di un uccello li guida verso l’edibile casa di marzapane che si manifesta in un’esplosione di colori caldi e invitanti. Di contrasto abbiamo una vecchia strega grigia e secca, il cui viso sembra intagliato nel legno come un totem dallo sguardo cieco, la vediamo metterli nei lettucci comodi e fregarsi le mani pregustando il proprio pasto.  Un Hansel e Gretel che esalta la dimensione teatrale del fumetto, in cui personaggi, oggetti, elementi della natura e animali si mostrano in presa diretta e sembrano dar vita a una recita  collettiva che immerge il lettore in maniera immediata nel cuore della storia e favorisce un naturale processo di immedesimazione, pedagogicamente prezioso per la formazione dei  giovani lettori.