• Autore: Chris Donner
  • Illustratore: Jérémie Moreau
  • Editore: Tipitondi
  • Collana: fumetti
  • Anno: 2016
  • Età: da 9 anni

Corri, Tempesta!

Nascere lo stesso giorno, anzi la stessa ora, di un cavallo segnerà il destino del bambino protagonista di questa storia: Jean-Philippe sarà certamente un fantino! Nato in una famiglia francese di allevatori di cavalli da diverse generazioni, il bambino fin da piccolissimo sembra essere felice solo quando si trova in compagnia dei cavalli e riesce a calmarsi semplicemente ascoltando i loro nitriti. A cinque anni, come da tradizione familiare, sale in sella per la prima volta ed offre subito un assaggio delle sue potenziali capacità. La sua carriera, e la sua vita, sembrano già avviate verso un futuro luminoso, ma una notte un incidente con una puledra impazzita per la paura rende paraplegico il bambino e lo inchioda per sempre ad una sedia a rotelle. Superati dolore e sgomento, Jean-Philippe si allenerà e avrà modo di gareggiare in sella a Tempesta, la stessa puledra che lo aveva ferito, e di vincere la sua gara più importante. Non importa poi se solo il padre conoscerà la verità e per tutti gli altri il vincitore non sarà lui, bensì un altro fantino.

La collana Tipitondi della casa editrice Tunué non sbaglia un colpo, raccontando storie che possono essere contemporaneamente divertenti, misteriose, persino commoventi, e mescolando parole ed illustrazioni in storie a fumetti che riescono ad emozionare. Impossibile non soffrire con Jean-Philippe quando rimane ferito, avvertire il suo dolore e la sua rabbia, impossibile non capire il suo essere sgarbato e a volte persino maleducato anche nei confronti di chi lo ama. Facile subito dopo però immedesimarsi nella sua condizione,condividere le sue emozioni, seguirlo nel suo percorso di crescita e ammirare la sua tenacia nel portare avanti il desiderio più grande, quello di cavalcare e vincere in sella al suo cavallo. Le illustrazioni parlano (quasi) da sole: semplici ma potenti, riescono a trasmettere espressioni ed emozioni dei diversi protagonisti, anche attraverso l’utilizzo di colori paricolarmente caldi. Una storia indimenticabile e una passione sincera sono gli ingredienti di questo graphic novel adatto a lettori a partire dagli otto anni di età, ma che entusiasmerà anche quelli più grandi, e persino gli adulti…

recensione a cura di Barbara Balduzzi