Autore: Silvia Vecchini
Illustratore: Sualzo
Editore: Bompiani
Collana: Narratori italiani
Anno: giugno 2023
Età: per adulti
Prezzo: 14,00€

I bambini si rompono facilmente

Mamme fragili che rischiano di sbriciolarsi, nonne arrabbiate e urlanti, adulti distratti o troppo accalorati che criticano, giudicano, sentenziano. Una bambina con una coda di sirena che stupisce la spiaggia per le ragioni sbagliate; una bambina che non parla e che i grandi cercano di estrarre dal suo silenzio ricattandola con mille tentazioni; un bambino che pesca nel lago, aspettando con pazienza di catturare il pesce più bello di tutti, che forse pesce non è; un bambino agitato dall’arrivo di un fratellino nella nuova famiglia del padre e poi capace di comporre una nuova serenità, se solo fosse vero; un bambino che si ostina a voler trovare rifugio in cima a un armadio, in ricordo di una traversata in cui qualcuno l’ha issato in alto perché la calca degli adulti compressi dentro la stiva non lo schiacciasse.

I bambini di Silvia Vecchini sono così: rischiano di rompersi, forse si sono già rotti, ma qualche volta sono così forti e precisi da saper aggiustare i grandi in pericolo, e da aggiustarsi da soli. Con la precisione della prosa e lo slancio della poesia, che aveva già mescolato in Prima che sia notte, l’autrice racconta bambini veri alle prese con situazioni più grandi di loro.

Qualche volta ne escono incrinati, però vinti mai.

Silvia Vecchini, laureata in Lettere moderne, ha approfondito il proprio interesse per le Scritture e l’ebraismo e conseguito il Diploma di Alta Specializzazione in Scienze Religiose. Nel 1999 ha pubblicato Diverse fedeltà (Guerra edizioni), premio Diego Valeri opera prima. Scrive romanzi, albi illustrati, graphic novel per bambini e ragazzi. L’ultima raccolta in versi per adulti è Piccolo Canzoniere edito da Sartoria Utopia. Per Bompiani ha pubblicato Prima che sia notte, finalista al Premio Strega Ragazze e Ragazzi 2021. Tiene laboratori di poesia per bambini e ragazzi, conduce gruppi di scrittura dedicati agli adulti.

Colletta #dinecessitàtribù

sostieni il Festival Tuttestorie, partecipa alla colletta.
Dona quel che puoi, te ne saremo grate, noi e Augusto!