A cura di: Emanuele Ortu, Andrea Serra, Giulia Balzano
Destinatari: max 25 insegnanti della primaria, bibliotecarie/i, educatrici, educatori, genitori
Quando: 12, 19, 26 giugno 2024, dalle 17:30 alle 19:30
Dove: piattaforma zoom
Costo di partecipazione: € 60,00
Iscrizioni: https://forms.gle/r8zGakVF5kNCm1mA6
Scadenza iscrizioni:
Informazioni:  

PERCHÈ NESSUNO MI RISPONDE? Corso on-line di formazione su letteratura per l’infanzia e rapporto vita-morte

A cura di Emanuele Ortu, Andrea Serra, Giulia Balzano

Come rispondere alla curiosità, domande, e necessità delle bambine e bambini di esplorare le proprie curiosità sulla morte? Le storie che ruolo possono avere? Il corso vuole affrontare queste macro domande proponendo riflessioni e strumenti.

La morte è sempre più un tabù. Cancellata con perifrasi dal parlare comune, sempre meno frequentata nel rapporto con la vecchiaia ormai trasformata in un tentativo di giovinezza -quasi- eterna, spesso elusa dinanzi alle domande di curiosità e scoperta delle bambine e bambini. Eppure, banale a dirsi, c’è morte perché c’è vita, e non si può parlare di quest’ultima senza dare spazio anche alla prima. Anche le narrazioni per l’infanzia stanno subendo questa forma di censura.  Ma nelle belle storie, così come nella vita, la morte può comparire, spesso senza preavviso. Se sappiamo che non si può essere pronti, è vero anche che le storie sin dalla tenera età possono aiutare ad autocostruirsi delle cornici di senso dinanzi a questo grande mistero. Non ci riferiamo con questo a “libri tematici su” e “per parlare di”. Bensì a quei libri che ci aiutano a costruire delle logiche narrative che permettono di dare una forma comprensibile e affrontabile al morire ed al vivere. Le storie infatti riescono a tenere dentro il modo personale di vedere il mondo, con i bisogni e le necessità personali, con quello culturale e sociale. Ognuno, qualsiasi età abbia, ricerca e necessita di trovare il senso alla propria storia ed alla logica del vivere e del morire.
Come adulti che lavorano o accompagnano bambine e bambini nel loro crescere abbiamo il privilegio, ed anche la responsabilità, di non sfuggire alle loro domande. Non è necessario avere sempre la risposta pronta, è necessario invece avere la propensione a cercare insieme, senza voler imporre il proprio sguardo.

Il corso affronterà il tema della morte nelle storie per la fascia 6-10 anni con un approccio multidisciplinare mettendo sempre al centro la qualità letteraria dei libri proposti.

Nello specifico il corso vuole:

  • Proporre una selezione di storie, narrativa e albi illustrati, in cui la morte è presente come meccanismo narrativo
  • Offrire riflessioni e strumenti utili per poter proporre storie alla fascia 6-10 anni
  • Condividere una metodologia di dialogo intorno ai libri
  • Creare dei momenti di riflessione e sviluppo personale sul tema

 

Metodologia

Il corso si vuole porre come spazio per una comunità di confronto e ricerca a partire dalle competenze di tutte e tutti i partecipanti. Saranno proposte un’alternanza di momenti di scambio frontale, circle time, studio dei libri in plenaria ed in piccolo gruppo.

Organizzazione

Il corso è suddiviso in n.3 incontri ed è pensato come un percorso. Al contempo, per facilitare la partecipazione, ogni incontro è costruito come interconnesso ma autonomo. Per accompagnare al meglio in questa formazione un formatore sarà presente a tutti gli incontri.

 

EMANUELE ORTU

Studioso ed esperto in pedagogia della narrazione e promozione della lettura e dei medium narrativi per l’infanzia e per ragazze/i. Dal 2002 approfondisce il legame della letteratura con gioco e arte attraverso la messa in opera di progetti interdisciplinari e attività di narrazione parateatrale. Dedica particolare attenzione allo sviluppo di progetti in condizioni di povertà educativa. Ha partecipato al gruppo di ricerca Lib-Lab per l’Università di Cagliari e fa parte del collegio docenti del Master “Tutela, diritti e protezione dei minori” dell’Università di Ferrara, coordina il corso di formazione “Promozione del benessere nel sistema scuola”. Fa parte del Laboratorio di ricerca e intervento Uno sguardo al cielo sulle tematiche del morire, del lutto e delle perdite dell’Università di Ferrara.

 

ANDREA SERRA

Foto di Giovanna Porcu

MaEstro della scuola primaria dell’ospedale Microcitemico di Cagliari prevalentemente presso il reparto di Oncoematologia Pediatrica. Da diciotto anni si confronta con il tema della morte, di come prepararsi a questo evento, degli effetti che la morte di un bambino o di una bambina, di un ragazzo o di una ragazza ha sul mondo adulto, sia per quanto riguarda i familiari che le diverse figure professionali. Negli ultimi anni ha partecipato, in qualità di relatore, a convegni e giornate di studio sulle cure palliative pediatriche e sul fine vita. Da questa esperienza professionale sono nati il libro e lo spettacolo L’Altalena.

 

GIULIA BALZANO

Archeologa collaboratrice della Soprintendenza per i Beni Archeologici per oltre 10 anni, ha indirizzato le proprie attività professionali e formative nell’ambito della divulgazione scientifica e delle pratiche educative, con particolare riferimento alla didattica e comunicazione museale. Dal 2011 con l’Associazione culturale Menabò, di cui è socia fondatrice, contribuisce alla progettazione delle attività culturali e alla programmazione dei Servizi Educativi del Museo dell’ossidiana di Pau. Facilitatrice dal 2014 di comunità di ricerca filosofica secondo la pratica Philosophy for children, competenze arricchite nel 2021 con l’acquisizione del titolo di Teacher Expert P4C, ha fatto della riflessione in ambito educativo una delle ragioni più pregnanti del proprio impegno professionale, con particolare attenzione alle potenzialità rivestite dalla letteratura illustrata per l’infanzia.

  • Dove: piattaforma zoom

Quando:

  • Emanuele Ortu: 12 giugno 2024, 17.30-19.30 
  • Andrea Serra ed Emanuele Ortu: 19 giugno 2024, 17.30-19.30
  • Giulia Balzano ed Emanuele Ortu: 26 giugno 2024, 17.30-19.30
  • Per chi: insegnanti della primaria, bibliotecarie/i, educatrici, educatori, pedagogiste/i, operatori sanitari, genitori
  • Costo: € 60,00
  • Iscrizioni: https://forms.gle/H9G59xGLtTFSyCE87
  • Pagamento: entro 2 giorni dalla ricezione della mail di conferma di iscrizione
  • con carta docente alla voce EVENTI CULTURALI 
  • con bonifico bancario a: Tuttestorie Società Cooperativa ar.l. – IBAN IT56G0200804811000103724130
  • direttamente alla Libreria Tuttestorie
  • Informazioni: Libreria Tuttestorie 070659290 

 

Colletta #dinecessitàtribù

sostieni il Festival Tuttestorie, partecipa alla colletta.
Dona quel che puoi, te ne saremo grate, noi e Augusto!