Festival

CORPO A CORPO Racconti, visioni e libri dentro e fuori di me

Cagliari, Sa Manifattura, dal 21 al 25 ottobre 2020

Ideato e organizzato dalla Libreria per Ragazzi Tuttestorie, e progettato in collaborazione con lo scrittore Bruno Tognolini, il Festival Tuttestorie si rivolge un pubblico di bambini e ragazzi da 0 a 16 anni, con uno spazio di approfondimento e formazione dedicato al pubblico adulto. Il programma prevede appuntamenti con ospiti internazionali fra scrittori, illustratori, artisti, narratori, musicisti, attori, danzatori, scienziati, musicisti, giornalisti. Incontri, laboratori, spettacoli, narrazioni, performance, mostre ed eventi speciali saranno dedicati nel 2020 al tema del CORPO.

Si svolgerà a Cagliari negli spazi di Sa Manifattura dal 21 al 25 ottobre e dal 14 al 30 ottobre nelle scuole di Gonnesa, Iglesias, Pabillonis, Ruinas, Sanluri, Monserrato, dei Sistemi Bibliotecari Interurbano del Sulcis e del Sarcidano Barbagia di Seulo e di altri trenta comuni dell’isola.

Questa del 2020 sarà un’edizione speciale, diversa da tutte le altre. Dedicata al tema del CORPO, in un momento in cui il corpo è travolto da un’emergenza sanitaria che ne rivela la sua vulnerabilità, ma anche la sua centralità. Quattrocento gli appuntamenti in programma, di questi 238 si svolgeranno in presenza, anche con formula ibrida (dal vivo e da remoto) e 162 su piattaforma. Ai circa 6600 studenti coinvolti, dall’infanzia alla secondaria di 1° grado, sono destinati 243 appuntamenti, 81 in presenza, fra parchi, giardini, spazi scolastici e comunali e 162 su piattaforma.

Il digitale si è rivelato una risorsa importante, soprattutto per le scuole costrette a limitare al massimo le presenze in aula, ma il festival non rinuncia alla sua vocazione comunitaria, proponendo un programma in presenza che restituisca alle bambine e ai bambini e agli adulti curiosi il piacere di incontrarsi e stare assieme attorno ai libri e alle storie.

La quindicesima edizione si trasferisce dall’EXMA a Sa Manifattura, uno spazio con ambienti grandi che grazie alla partnership con Sardegna Ricerche, potrà ospitare incontri, laboratori, video, mostre e produzioni originali del festival, nel rispetto delle distanze richieste dalle misure di sicurezza e in numeri più contenuti. Tutte le attività (gratuite o con ticket) potranno essere prenotate sul sito www.tuttestorie.it sino a tutta la durata del festival.

Sa Manifattura si trasforma in una città, che a partire dalla sua prima corte rinominata Piazzale Braccia Aperte accoglierà il pubblico, distribuendo le sue attività fra Piazza Corpo a Corpo, viale Braccio Destro e viale Braccio Sinistro, via Piede che Sale e Largo Piede Che Scende.

 

Tema: IL CORPO

 

Pasta Madre D.C. (Dopo Covid)

Noi eravamo pronti a partire: trovare libri, autori, laboratori, inventare atti e spettacoli e mostre che ne parlassero. Poi è arrivato il contagio, i corpi devono stare distanti, e anche in autunno dovranno. Allora la scelta era: non fare più il festival; fare il festival nonostante questo; fare il festival proprio su questo. Un festival sui CORPI DISTANTI. Così la condizione si fa narrazione, l’ostacolo risorsa e necessità virtù.

Ma poi ci abbiamo pensato. Abbiamo letto la nostra Pasta Madre Ante Covid, che cercava di abbracciare tutto il corpo, che davvero è così tanto, e abbiamo detto: ma no, perché? Dobbiamo proprio farci dettare da questo virus anche il tema del festival? E il Corpo, scrigno strabiliante di ricchezza e varietà, dovrà ridursi a un Corpo Distante oggetto di divieto, precauzione, contagio? Dovremo narrare solo di ciò che non si può fare?

Allora ecco: il festival, coi suoi bei corpi distanti, parlerà e narrerà anche di Corpi Distanti: di ciò che non si può fare, e di ciò che si può fare dentro ciò che non si può fare, che è seme e sale di ogni cultura e scienza dell’Homo. Parlerà anche di questo, ma anche di tutto il resto. Che grazie a Dio non è poco: sentite…

 

Pasta Madre A.C. (Avanti Covid)

 

(…) E noi facciamo un Festival per parlare di questo. O meglio, poiché il corpo che parla del corpo è un garbuglio millenario, per farne parlare le storie.

Quelle che narrano il CORPO COM’È. In pezzi e parti: nasi, bocca, orecchie, piedi, con Pinocchio, il Lupo, Dumbo, Cenerentola; col Giovanni di Rodari che perde pezzi passeggiando, e la mamma che li rimette insieme; con le filastrocche anatomiche puerili, altre potenti mamme lingue che tengono uniti “l’occhio bello e suo fratello”, “testa spalla gambe piedi”. E il corpo unito, il corpo intero com’è? Grande e piccolo, con Gulliver, Pollicino, Alice. Magro e grasso, coppia eterna da Chisciotte e Sancho a Stanlio e Ollio. Bello e brutto con Anatroccoli, Belle e Bestie, Specchi fatati. Maschio e femmina, con scambi e terre di mezzo, campo di nuovi e antichi contrasti: ma non per Mulan che si finge maschio per combattere, e Achille viceversa per non combattere. Forte e debole, con Pippi e i Supereroi dalla forza immane. Dentro e fuori, con la curiosità che si dice “morbosa”, ma forse è solo umana, per ciò che d’umano abbiamo tutti sotto la pelle, in uno splatter antico quanto l’uomo, sempre di moda dall’Iliade ai videogame.

E ancora: storie del CORPO COME DIVENTA. Che cresce di crescita naturale, con mille storie di formazione dalle Piccole Donne alla Gabbianella; di crescita magica, con fratelli Cigni e principi Ranocchi; di crescita tecno, coi romanzi distopici di umani potenziati, cyborg e cloni. Il corpo che diventa un altro corpo, in metamorfosi sorprendenti da Ovidio ai Transformers, fino all’azzardo umano di “diventare te”, con la pozione Polisucco di Harry Potter. Il corpo che cambia perché si veste e si traveste, da quello dell’Imperatore a Pelle d’Asino. Che cambia perché si ammala, come sanno gli autori del Festival, che da anni vanno a narrare in oncoematologia pediatrica.

E IL CORPO CHE FA. Che si muove: con storie di sport e rivalsa e sfida ai limiti. Che gioca, che corre, che cade, che impara a stare “composto”. Che parla con parole, ma anche con sbadigli, riso e pianto e peli dritti. Che sente il mondo, ma anche se stesso, nei misteriosi reami della propriocezione. Quei misteri che ci portano diritti nella matrice di un festival di libri: il cammino millenario amoroso di abbraccio e intrusione reciproca, storia nel corpo e corpo nella storia. Il lettore di sempre, tanto immerso nel libro che gli sembra di essere lì. Il videogamer VR di oggi, che col casco vede come se fosse lì. E quello prossimo futuro, con la presa occipitale di Matrix che spara la storia, saltando gli organi di senso, direttamente nella corteccia cerebrale, e che finalmente è lì.

Forse non siamo tanto lontani, ma fino ad allora i libri ci stanno ancora fra le mani. Mani del corpo che legge di corpi che vivono storie. Mani di un Festival che prova a raccontare questa caleidoscopica contesa. Il corpo a corpo fra le storie e il corpo.

 

 

Guarda di nuovo

SOTTO UN SOFFIONE IN CERCA DI WALT

24 ottobre h 16:30

Incontro con MAJA CELIJA E BENJAMIN CHAUD, coordina ILARIA TONTARDINI (Hamelin).

ALADINO E LA LAMPADA MAGICA

24 ottobre h 18:00

Incontro con LORENZO MATTOTTI, NADIA TERRANOVA. Coordina ILARIA TONTARDINI (Hamelin).

D'AMORE E ALTRE TEMPESTE

23 ottobre h 17:00

ANNETTE HERZOG E NICOLETTA GRAMANTIERI incontro dal vivo trasmesso in diretta streaming

CORPI NUDI E VESTITI NEL BRULICHIO DELL'UMANA SOCIETÀ

23 ottobre h 18:30

ALBERTINE E GERMANO ZULLO in collegamento dalla Svizzera intervistati dal vivo da FRANCESCA ROMANA GRASSO

DIZIONARIO FOLLE DEL CORPO

21 ottobre h 18:00

KATY COUPRIE La presenta ILARIA TONTARDINI (Associazione Hamelin) incontro dal vivo trasmesso in diretta streaming

Aggiornamenti

  • 21
  • Lug

SIAMO A PEZZI: appello per un’installazione collettiva

Il festival Tuttestorie ritorna, dal 20 al 28 ottobre con un’edizione speciale dedicata al tema del corpo. E come sempre, […]

  • 15
  • Mag

Nuovo festival

Come vi immaginate il 15° Festival Tuttestorie? Per ora possiamo dirvi che il tema sarà il CORPO. Quando l’abbiamo scelto, […]

  • 16
  • Set

Ufficio Poetico – Pronti, partenza… Invia!

  Care maestre, maestri, professoresse, professori, bibliotecari e bibliotecarie, carissimi tutti voi che collaborate con l’Ufficio Poetico. Abbiamo già raccolto […]

  • 11
  • Set

CONFERENZA STAMPA 14° FESTIVAL TUTTESTORIE

Venerdì 13 settembre (ore 10:30) presenteremo, sotto la Grande Quercia del Centro culturale EXMA, il programma del 14° Festival Festival […]

Con il contributo di

Main Partner